giovedì 17 luglio 2014

#SecretIngredient in cucina per me l’emozione, ma per oggi sono le zeste di limone...


Vi ho raccontato tempo fa della serata insieme a Electrolux dove svelavano a me e ad altre blogger,  il progetto Secret Ingredient e vi ho raccontato qui del mio ingrediente segreto in cucina, l’emozione.
Questo ingrediente è stato raccontato in maniera molto intima da Virgina di Ragout Food e ha passato esattamente i miei concetti, ha capito cosa intendevo quando ho messo in mezzo al tavolo l’emozione per il mio modo di cucinare, ed è esattamente così.




Durante la serata, una avvenimento di cui non vi ho ancora raccontato, è che ad un certo punto ci hanno fatto scrivere qual era l’ingrediente che ci fa realizzare dei piatti diversi, che ci accompagna sempre e che sentiamo nostro in tutte le ricette su di un foglietto, che poi potevamo richiudere e mettere all'interno di un contenitore. A turno abbiamo poi pescato un bigliettino e la sorte ha deciso per noi, a me sono arrivate le zeste di limone che sono l’ingrediente segreto di Francesca del blog Singer Food. (seguitela a breve vi svelerà un altro ingrediente!)

Così ho cercato di pensare per lei cosa volessero dire e dopo che mi sono ritrovata la casa invasa dall'odore di limone ho immaginato che per lei potesse essere un discorso di profumo, aroma, estate. Per lei che è pugliese, credo che questo profumo le ricordi l’estate, ricette che prevedono il limone per marinare il pesce, piatti con le zeste per dare un tocco di profumo d’estate anche sulla tavola.
Ecco che così mi è venuto in mente di fare. Una crema di patate e fagioli aromatizzata con le zeste di limone. Una ricetta facilissima da fare in pochissimo tempo, ma che vi sazierà con leggerezza ma con molto aroma.


Ingredienti per due persone:

2 patate medie
400g di fagiolini
due cucchiai di olio extravergine d'oliva
1 spicchio d'aglio
1 limone non trattato
sale qb
acqua qb


In una pentola alta mettete l'olio a far scaldare con lo spicchio d'aglio. Appena imbiondito toglietelo, giusto per dargli il profumo.
Aggiungete le patate tagliate a tocchetti e i fagiolini puliti e tagliati a pezzi, coprite il tutto con acqua calda e salate a piacere. Lasciate cuocere a fuoco moderato per circa 30 minuti. Assaggiate, aggiustate di sale e nel caso serva aggiungete un po' di acqua, fate ancora restringere. Ora le patate dovrebbero già essersi ridotte in crema i fagiolini sono morbidi.


Lavate il limone e tagliate a listarelle sottili, senza prendere la parte bianca, la buccia del limone. Frullate il tutto con un frullatore a immersione. Servite nel piatto decorando con un filo d'olio e le zeste di limone sopra.

Questa crema ha il sapore dell'estate in maniera delicata, ma con un tocco acidulo dato dal limone che regala un tocco di energia al piatto.

Il viaggio alla scoperta dell'ingrediente segreto... continua!




lunedì 23 giugno 2014

La 6° tappa della Foodie Geek Dinner, il 26 Giugno a Milano

Non ci siamo ancora fermate, nonostante le mille avversità, questa 6^ tappa della nostra cena evento itinerante per l'Italia si farà. Si perché questi mesi sono stati un pò difficili per me e per +Mariachiara Montera  la mia socia in questa avventura.

Per me: perché mi è cambiato completamente il lavoro che mi porta sempre a Milano con orari e ritmi ancora più impegnativi di prima e ho dovuto per forza rinunciare a qualche lavoro extra qui sul blog, a qualche collaborazione (come quella con +Bigodino.it dopo due anni come capo redattore e dopo aver fatto nascere la rubrica cucina) e qualche impegno extra come eventi food e social. Tutto questo pensato per dedicarmi meglio ad un paio di progetti e alla Foodie Geek Dinner... ma in realtà non è stato così, il tempo è stato ancora meno di quello che pensavo e gli imprevisti della vita superiori all'immaginario. Se non fosse stato per il duro lavoro svolto da Mariachiara oggi non avrei fatto la lista su twitter con il titolo #FGDmi14.

Ma come ha detto anche lei recentemente, per una nostra foto a tema follia "Viva le donne complici, buffe e serie quando serve".



[ Ci facciamo superselfie improbabili con #lamiamaglietta di Eshirt ]

Ora non rimane che aspettare giovedì 26 giugno, dove abbiamo organizzato una serata con il botto c/o la Food Genius Academy, dove cucina Eugenio Boer che è stato bravissimo ad interpretare la nostra follia per la cena a tema "Indovina Chi?" il popolare gioco degli anni 80 della Hasbro che sarà con noi durante la serata, per fare network giocando, come sempre lo spirito della leggerezza contraddistingue anche questo evento. Avremo i piatti di Longplate che faranno diventare ancora più belli i piatti dei vincitori  anzi vincitrici Francesca e Petunia, tra l'altro il menù che ha preso più voti, quello di francesca le permetterà di essere la social reporter sulle pagine di Salepepe.it per raccontare la serata sul primo portale di Mondadori dedicato al food.

L'allestimento della location è curato dai food designer Tour de Fork che ci hanno strabiliato con la loro professionalità e creatività. 




Ma è grazie agli sponsor se possiamo giocare e divertirci, aziende che hanno capito lo spirito della serata e che si sono divertite con noi ad organizzare tutto al meglio, quindi grazie a Cirio che inizierà con la prima ricetta la serata e trasmetterà sua passione in ogni angolo, mentre Visto che Buono la community di social cooking porterà a tavola le salse Calvè in ricette inedite create dallo chef, le gommose Haribo invece saranno il fiore all'occhiello per il dessert, mentre Lavazza coinvolgerà gli invitati in una sfida su Instagram. Ford presenterà la nuova "smart people mover" la Tourneo Connect travestita in versione geek :) e per finire Halldis ci permetterà di vivere il viaggio in un'esperienza unica e Smartbox benessere ci aiuterà a riprenderci dalle fatiche il giorno dopo!

Ma non finisce qui, per tutti i partecipanti ci sarà un Foodie Geek Kit che sarà una bellissima shopper di Tabletcloths creata apposta per l'occasione dove all'interno ci saranno fantastici gadget delle aziende sopra oltre che Guardini, Gribaudo e Tucano.

L'aperitivo è alle 19:45 con il Ron Varadero, berremo il vino di Tannico e l'acqua Alisea. Mentre Uber ha messo a disposizione due viaggi per i partecipanti alla cena.

Credo che meglio di così non potevamo fare no? Ora non rimane che aspettare giovedì, seguirci attraverso l'hashtag #FGDmi14 e attendere che una prossima Foodie Geek Dinner arrivi nella vostra città ;)



giovedì 12 giugno 2014

PANINO PICCANTE CON POLLO ARROSTO, RUCOLA, FORMAGGIO

In questi giorni così caldi vedo che tutti chiedono: "Ma cosa cucinate con questo caldo? Cosa mangiate!?"

Beh io sono fuori casa da giorni, settimane e mesi ultimamente passo poco proprio tempo in casa, in questi giorni mi sono nutrita di insalatone miste, gelato e un po' di pesce ieri a pranzo unico giorni di una mangiata degna di nota*.

Ma se fossi a casa mi nutrirei di panini mangiati con una birra fresca sul divano o mentre cammino per andare da qualche parte o in piedi sulla consolle della cucina, rigorosamente scalza che il pavimento è così fresco e sotto i piedi mi piace un sacco in estate!

Qui vi propongo un panino piccante con il pane scaldato in modo tale che perda l'amido e i lieviti vengano abbattuti, così che gonfino meno la nostra pancia. Piccole accortezze che però possono fare grandi differenze, non trovate? quindi pane integrale ai cereali, con un minor tasso di amidi, un gustoso panino light, ma gustoso.

Ingredienti per un tramezzino: 

per una persona 

50g di pollo arrosto affettato
2 fette di pane integrale tostato
2 cucchiai di formaggio light spalmabile
rucola fresca a piacere
qualche goccia di tabasco

Prendete le fette di pane integrale e scaldatele in una padella antiaderente, nel frattempo lavate e asciugate la rucola. Prendete due cucchiaiate di formaggio spalmabile e mettetelo sopra una fetta calda aggiungete la rucola e infine le fette del pollo arrosto, ma và benissimo anche il tacchino, è sempre carne magra e renderà sempre il panino light.

Nell'altra fetta mettete qualche goccia di tabasco e appoggiate una fetta sull'altra. Premete leggermente e tagliate in due triangoli, può comodi da mangiare. Potete farvi il panino a casa o portarvelo con voi al lavoro o in giro, se non avete un posto fisso come me, magari gustandovelo sedute in una panchina in mezzo al parco che non è male mentre guardate cosa fanno le persone e fantasticate su come sono le loro vite, ah voi non lo fate?? Hmmm. Io sempre.


Non è una ricetta che vi svela chissà quali trucchi in cucina, ma vi offre un panino buono, leggermente piccante e saporito per allietare la pausa pranzo in maniera veloce ma leggera e gustosa.

Buona giornata e buon caldo a tutti!


* Sono a Roma per lavoro e sono andata a trovare il mio amico Federico Aureli per pranzo, lavora da Pinturicchio40  e mi ha rimpinzato di cibo buono e ottimo vino servito da Vincenzo. Non potevo rifiutare le proposte che mi ha fatto: trittico di scallops, spaghettone alle alici e colatura, gamberoni alla piastra con lime, tutto annaffiato da un ottimo franciacorta. Fuori 40° e io che sudavo come una balena fino a sera, ma è stato bello! :)

martedì 3 giugno 2014

IL SEGRETO PER UN GUSTO STRAORDINARIO? LE NOSTRE EMOZIONI IN CUCINA

Oggi vi racconto un'esperienza a cui ho avuto il piacere di partecipare con un gruppo di altre blogger, una serata speciale organizzata da Electrolux in occasione del lancio del progetto The Secret Ingredient, da Presso a Milano un po' di tempo fa. Vi dico "speciale" perchè l'accoglienza è stata a dir poco emozionante. 

Chi mi segue sa che mi piacciono molto il cinema, la televisone e divoro milioni di serie tv, per chi invece mi conosce per la prima volta lo scopre ora. Il locale dove sono stata invitata dispone di una bellissima sala, con due file di poltrone da cinema, rosse in velluto e un grandissimo televisore.

Con una piccola premessa ci hanno fatto sedere e fatto immergere nel loro progetto, quello che vuole raccontare attraverso delle bellissime immagini e delle semplici parole che cosa è il segreto per un gusto straordinario raccontato da grandi chef, questo per accrescere le capacità culinarie di tutti noi. 


Così ci gustiamo comodamente seduti l'esperienza di Rosi Lowell, trascorsa in Scozia insieme allo chef due stelle Michelin Tom Kitchin, per scoprire tutti i suoi segreti in cucina, partendo dalla scelta dei prodotti freschi e del territorio, magari acquistati da piccoli produttori locali fino alla scelta di tecniche di cottura speciali. Rosi ha un caffè ed è un'appassionata food lover, farà molte domande a Tom e vorrà carpire più segreti possibili. Il mio consiglio? Guardatevi il video comodamente seduti, questo è il primo di una serie di contenuti che ci accompagneranno alla scoperta del gusto in questo progetto. Allora sedetevi, che Electrolux vi presenta il primo episodio di The Secret Ingerdient di Tom Kitchin.




Dopo la visione la nostra serata è proseguita a tavola, tra degustazioni e racconti culinari dello chef Tommaso Arrigoni, che ha raccontato alcuni sui segreti in cucina, una cena collegata dall'antipasto al dolce dal suo ingrediente segreto che gli permette di creare ricette speciali, le arachidi. 

Ad un certo punto ci è stato chiesto qual era il nostro ingrediente segreto e così abbiamo pensato a quale potesse essere. Io subito ho pensato ad ingredienti che magari uso frequentemente, o magari a un prodotto tramandato da mia nonna o da mia mamma, le tradizioni sono il nostro DNA anche in cucina, ma poi ho capito e ho ragionato la risposta. La mia cucina è una cucina emozionale, cioè una cucina che mi arriva dal cuore.

Cucino quello che mi va' in un determinato momento, quando ho voglia, cucino per ricordare un sapore che mi riporta a casa, cucino per rendere felici le persone che si siedono alla mia tavola, cucino per stare bene. Non è un ingrediente fisico ma è un ingrediente personale, la mia essenza. 



Sono una persona emotiva ed istintiva, che mette molto cuore in quello che fa, non riesco a fare qualcosa in cui non credo. Non avevo mai analizzato questo mio aspetto in cucina. Se sono triste non riesco a cucinare, se sono felice lo farei per ore insomma devo essere ispirata. La mia ambizione non è mai stata quella di diventare una cuoca professionista, non mi interessano Masterchef o un cooking show, mi interessa emozionare e far conoscere me stessa attraverso un piatto, mi piace creare legami e relazioni attraverso il cibo, mi piace mangiare e godere del cibo, mi piace curarmi attraverso di esso e scoprire cose nuove, mi piace nutrirmi in modo gustoso e sano. Quindi l'emozione per me è senza dubbio il mio ingrediente segreto.

E il vostro ingrediente segreto qual è? Pensateci e ditemi se è un prodotto fisico che accompagna tutte le vostre ricette, se è un attrezzo o un elettrodomestico a cui non potete rinunciare per realizzare i vostri piatti o se è uno stato d'animo. Lo sapete che sono curiosa no?

Se volete seguire il progetto potete farlo con gli hashtag #Electrolux e #SecretIngredient e sulla pagina Facebook.

Io vi aspetto!






domenica 25 maggio 2014

PLUMCAKE SOFFICE ALLE MELE

Vi propongo questa ricetta per realizzare un soffice plumcake, morbido, leggero e ricco di frutta, con un colore stupendo che vi metterà subito allegria. La superficie l'ho spennellata con un po' di miele diluito e ha reso il tutto lucido e di un bellissimo colore biscottato. Inoltre è facile da fare cosa aspettate?! Certi cibi regalano proprio attimi di felicità.




Ingredienti:

200g di farina
3 uova
100g di zucchero di canna chiaro
150g di yogurt bianco naturale
50g di olio di semi (nel mio caso di girasole)
la buccia di un limone non trattato
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito per dolci
3 mele

Tempo di preparazione: 20 minuti
Tempo di cottura: 35 minuti (per me in forno ventilato) a 175°

Ecco tutto quello che vi serve: carta da forno, stampo plumcake, una frusta, una spatola, una ciotola, una grattugia oltre agli ingredienti.



Mettete in una ciotola le uova e lo zucchero e amalgamate il tutto. Unite poi l'olio di semi che renderà la preparazione meno grassa rispetto al burro, lo yogurt bianco. Mescolate il tutto creando una crema morbida. 

Unite la farina setacciata, permette facendo così di incorporare più aria e rendere più soffice il dolce. Grattugiate la scorza del limone (solo la parte gialla, quella bianca lascia un gusto molto amaro) e aggiungete un pizzico di sale fino. Amalgamate il tutto e annusate il profumo del limone, darà un tocco leggero al vostro plumcake.


Sbucciate le mele. Unite all'impasto due mele a pezzetti, mentre un'altra mela a fettine la userete per guarnire la superficie del dolce. Unite il lievito all'impasto. Amalgamate bene e unite le mele a pezzetti, mescolando con una spatola e raccogliendo tutto bene dai bordi.  

In un piatto mettete un cucchiaio di miele e un cucchiaio d'acqua, mescolate creando una cremina da spennellare sopra al plumcake prima di infornarlo, darà un aspetto lucido e biscottato al vostro dolce. Versate tutto il composto nello stampo da plumcake rivestito con la carta da forno e guarnite infilando le fette di mele sopra e spennellando con la salsa di miele allungata con acqua. 

Infornate in forno caldo a 175° per 35 minuti, utilizzate lo stuzzicadenti per controllare la cottura. 
Sfornate lasciate un po' raffreddare, ma sappiate che tiepida è la morte sua. 

Fatemi sapere :)


giovedì 22 maggio 2014

GIORGIONE ORTO E CUCINA. OTTANTA RICETTE LAIDE E CORROTTE!

Lui è mitico, ho ancora vivo il ricordo di quando l'ho incontrato nella sua terra natale, in Umbria mentre cucinava per noi blogger del tour #InMontefalco tutte le verdure del suo orto, un pranzo in terrazza in mezzo alle colline con sapori veri. Per me che amo le cose semplici e la genuinità della cucina un vero tripudio di felicità per il palato e per l'umore. Poi una presenza e una stretta di braccia come la sua è per poche persone al giorno d'oggi!

[ Credits Image: @lapausacaffè durante il tour #InMontefalco ]

Adesso il signore in questione, Giorgio Barchiesi in arte Giorgione, conduttore del programma su Gambero Rosso "Orto e cucina" ha pubblicato un libro, come sempre è ironico infatti il titolo è "Orto e Cucina, ottanta ricette laide e corrotte" dove la stagionalità è sempre protagonista, insieme alla semplicità e ai sapori veri. 

Sabato prossimo a Roma, presso lo spazio Sky all'interno della Galleria Alberto Sordi è stata organizzata una presentazione in esclusiva del libro, condurrà l'incontro Gioia Marzocchi conduttrice di Sky Inside, dove ci sarà modo di conoscere meglio il percorso di Giorgione, firmerà copie del libro e sicuramente farà ridere tutti i presenti con la sua dirompente simpatia!


Se siete a Roma o ci passate vi consiglio un pomeriggio di divertimento assicurato! 
Se invece volete seguire sui social l'evento #GiorgioneOrtoeCucina



lunedì 12 maggio 2014

HAMBURGHER DI POLLO CON PANE DI SEGALE E CREMA di SENAPE

Sto iniziando a mangiare un pochino meglio, causa: prima prova costume della stagione = tragggedia. Si con 3 g! Qui bisogna ricorrere ai ripari e visto che nell'insieme c'è anche un po' di pressione alta (stress & co), l'età che avanza e il metabolismo che non è più quello di una volta, mi ritrovo anche io a ragionare verso un regime alimentare più equilibrato e sano, ma soprattutto cerco di usare anche alimenti che mi possono fare bene.

Non vi nego la difficoltà più grande è al lavoro, mangiando in mensa o in giro a zonzo per centri commerciali, che difficilmente sono vicino ai centri città, trovare posti dove mangiare qualcosa di sano e buono non sia per forza solo un'insalata... è davvero difficile.

Qui mi preparo un panino, classico del junk food, ma cerco di renderlo un po' sano... o almeno ci provo, vediamo.

Come pane intanto potete usare quello di segale e come salsa eh si salsa, ho scoperto che la senape è senza grassi e questa cosa mi piace assai, la cipolla fresca invece depura e la carne è con pochi grassi.




Ingredienti:
due panini di pane di segale da 70gr l'uno circa
200g di carne macinata di pollo e lombata maiale, proporzione 70/30
6 foglie di insalata iceberg
2 fette di pomodoro verde
4 cipollotti/o cipolla fresca tropea (ancora meglio)

Per la salsa:
4 cucchiai di senape e 4 cucchiai di yogurt magro bianco
Un pizzico di sale per la carne


Iniziate il cuore del panino e cioè l'hamburger di carne mescolando il macinato e creando una pallina di circa 100 gr che poi andremo ad appiattire con le mani per creare la classica forma dell'hamburger (nulla di vieta di comprare un hamburger di pollo già pronto, controllate solo come viene composto nella lista degli ingredienti).

Scaldate la piastra con la griglia sul fuoco e quando sarà bella calda mettete sopra la carne per cuocerla, da ambo i lati a fuoco lento.
Tagliate a metà il pane, se ha troppa mollica all'interno toglietene un pò, tagliate a fette il cipollotto, lavate e pulite le foglie di insalata. Ora girate un paio di volte la carne e fate tostate la parte interna del panino sulla griglia, qualche minuto.



Mettete nella parte bassa del panino le foglie d'insalata, poi la carne, la fetta di pomodoro, il cipollotto e nell'altra parte del panino spalmate la salsa. Chiudete il tutto mangiate subito oppure mettetelo in un sacchetto di carta e portatevelo con voi, anche freddo non è male se consumato nel giro di qualche ora, non di più! Se poi avete modo di scaldarlo in ufficio magari, ancora meglio.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...